200 Miglia Imola Revival 3/4/5 Maggio 2019 Imola

Imola, 3/4/5 maggio 2019. Emozionante quinta edizione della 200 Miglia Imola Revival, gara non competitiva di moto classiche, prodotte dal 1949 al 1990. Nei box, Yamaha, Honda, Ducati, Laverda e molte altre.  L'edizione 2019 è stata caratterizzata dalla presenza di moltissimi piloti del passato, che hanno fatto la storia del motociclismo. Fausto Ricci, Marcellino Lucchi, Steve Baker, Carlos Lavado, oramai cittadino lughese da diversi anni, Graeme Crosby, solo per citarne alcuni.

I due momenti più coinvolgenti, sono stati, indubbiamente, il rombo del motore 2 tempi di Marco Lucchinelli e l'ingresso in pista del 4 volte campione Superbike, Troy Bayliss, pilota amato ed osannato da più generazioni. Emozione senza tempo, imbattersi, per puro caso, nella moto del mai dimenticato Barry Sheene, due volte campione del mondo della classe 500. La sensazione è quella di entrare in una macchina del tempo ed il desiderio è quello di non voler più tornare nel 2019.

Presente all'evento un Dario Marchetti visibilmente emozionato. A lui il compito di far salire in sella la Sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi. Rassicurante vedere il sorriso della Prima Cittadina della città romagnola, terminati i tre giri di pista. Ancora una volta, la passione per questo sport meraviglioso, ha cancellato i dissapori nati nel mese di febbraio, tra Amministrazione Comunale ed Autodromo.

Ci auguriamo che, sempre più eventi dedicati alle due ruote, animino una pista storica, come quella di Imola. L'organizzazione impeccabile, è stata disturbata solo dal meteo, che non ha comunque spaventato, piloti abituati a gareggiare in condizioni ben più complicate. Unica nota di rammarico, la presenza di pochissimi giovani. Il "profumo" della benzina, del sudore, della fatica e della gloria, non si assaporeranno mai, attraverso lo schermo di uno smartphone. Un grande in bocca al lupo lo dedichiamo a Phil Read colpito da un lieve malore. Poco dopo essere stato ricoverato in ospedale, ha dichiarato di non voler abbandonare le due ruote. Non abbiamo mai avuto dubbi in proposito!