Chaz Davies sulla Ducati Panigale V4: i risultati dei test di Aragon

Il forte maltempo di questi giorni sulla pista di Aragon (Spagna) ha costretto la maggioranza di piloti e squadre a restare chiusi nei box, ed ha cosi condizionato le prove e le performance del team Aruba.it Racing, che ha deciso di chiudere in anticipo il proprio programma di prove.

Questo inconveniente meteo comunque, non ha impedito a Chaz Davies di fare un sufficiente numero di prove per proseguire con lo sviluppo della nuova moto. Sono ben 61 in totale i giri effettuati da Davies in due giorni di prove, con il giro più rapido per completare lo sviluppo della nuova moto fissato in 2’04:513, ed il miglior tempo personale fissato a 1’51.180.

Ricordiamo che Davies sta recuperando la forma dopo un infortunio subito nella seconda metà del 2018.

Vediamo i risultati di Chaz Davies dopo il primo approccio alla Panigale V4.

A meno di tre settimane dalla chiusura del campionato in corso, il team Aruba.it ha già dato il via alla stagione 2019 del campionato mondiale superbike. Nelle giornate del 26 e 27 novembre, invece, è già in programma la sessione di prove sull'altro circuito spagnolo, Jerez de la Frontera, anche con il pilota Alvaro Bautista, il quale ha saltato i collaudi di Aragon perché impegnato in contemporanea nell’ultima tappa della MotoGP a Valencia.

La Ducati ha aspettative alte per lo spagnolo, che ha lottato con i piloti di testa in Australia in MotoGP.

Davies ha dichiarato che "è stato davvero emozionante portare in pista per la prima volta la Ducati Panigale V4 R, mi sono sentito come un ragazzino a Natale con un meraviglioso gioco nuovo. Solitamente ci metto un po' a conoscere e capire una moto, ma onestamente si è verificato l'opposto oggi. Mi sono sentito davvero a mio agio fin da subito. Dopo la prima uscita di 'rodaggio' volevo già mettermi a spingere, il che è senza dubbio positivo. In generale, si è trattato di un ottimo inizio. Abbiamo fatto grandi passi avanti e completato la maggior parte del lavoro sull'ergonomia. Abbiamo molte novità da provare ed ancora più dati da analizzare.

L'obiettivo oggi era di mettermi progressivamente a mio agio in sella ed iniziare a cucirmi la moto addosso. Adotteremo lo stesso approccio domani, lavorando sulla base e rifinendo alcuni dettagli prima di iniziare a spingere più forte e farci un'idea ancora più chiara del potenziale della moto".

Il Direttore Sportivo Ducati intervistato dalla WorldSBK ha dichiarato: “abbiamo vinto molte gare e titoli nel mondiale Superbike, ma sfortunatamente la Panigale R non ne ha mai vinto uno. Abbiamo conquistato molte vittorie negli ultimi anni e Chaz Davies ha chiuso gli ultimi due campionati in seconda posizione, siamo stati gli unici veri contendenti al dominio di Rea e della Kawasaki”.

La versione SBK dell’ammiraglia sportiva della casa bolognese era stata mostrata nelle sue forme definitive pochi giorni fa anche all’Eicma.

Segui la discussione sul forum