HARDALPITOUR HAT SANREMO-SESTRIERE 2019

Hardalpitour Hat Sanremo-Sestriere. Anche quest'anno, la manifestazione, ha avuto, un grandissimo successo, superando di molto, le aspettative. Ben 450 partecipanti al via, provenienti da 15 nazioni. Un fine settimana caratterizzato da condizioni meteo variabili. Decisamente molto caldo a Sanremo e, temperature prossime allo zero per i passaggi in Val di Susa.

Tre le  categorie: Discovery, Classic ed Extreme. Strepitose le  strade in fuoristrada, lungo la dorsale che attraversa le Alpi Marittime, Cozie, le Valli del Savonese e del Cuneese. Dal Mar Ligure ai 2035 metri di Sestriere. Si guida anche di notte. Come sempre, le emozioni sono uniche  ed indimenticabili.

Importante la presenza della YAMAHA con la nuovissima Ténéré 700. Emozionante, il tour, in sella ad una moto della casa di Iwata, di Franco Picco, che ha accompagnato un  gruppo di clienti, al via della Classic e della Discovery. Molti i momenti clou: la HAT Night di Sanremo, l’arrivo di Franco Picco sul palco, la partenza della Extreme, di notte, il venerdì; la nuova sosta di Cuneo organizzata allo splendido Open Baladin, il passaggio sul Colle dell’Assietta all'alba, il ritorno all'incantevole Galleria dei Saraceni, ed infine, l’arrivo a Sestriere, con la musica di DJ Mashi.

Tra i piloti, oltre a Picco, anche Paoli, Gallino, Aldo Winkler, Bruno Birbes, il britannico Mark Kinnard-3° assoluto alla Gibraltar Race 2019-, Renato Zocchi-1°di classealla Gibraltar Race 2019-, Lorenzo Piolini ed il tedesco Stefan Heßler. Finalmente anche la componente femminile è in crescita. Sette le donne al via.
Alla fine della manifestazione, riservata a monocilindriche e pluricilindriche con peso superiore ai 150 kg, è stato consegnato l'attestato Marathon, a chi, ha effettuato tutto il percorso, impegnandosi e rispettando regole ed avversari.