CIV, Mugello: Pirro domina, Ferrari  2°. La lotta per il titolo Superbike è nel Team Barni

Quinta doppietta stagionale per il Team Barni Racing nel campionato italiano velocità classe Superbike. Sul circuito del Mugello trionfa Michele Pirro (alla sesta vittoria in nove gare), dietro di lui il compagno di team e rivale per il titolo di campione italiano 2018 Matteo Ferrari. Settima la terza Ducati Panigale 1199R del team bergamasco con Samuele Cavalieri, autore di una gara altamente spettacolare, ma ancora condizionato da problemi fisici.

Pirro ha dominato ed ha anche fatto registrare il nuovo record della pista in gara: 1’50.566 al giro 3.

Una grande dimostrazione di superiorità dopo le difficoltà in qualifica: a causa di un problema tecnico il pilota di San Giovanni Rotondo non è riuscito a fare neanche un giro nella Q2 e il tempo stabilito ieri (1'50.865) gli è valso la quinta posizione in griglia. Ferrari, invece, è riuscito a conquistare la prima fila e con 1'50.226 è partito terzo. Cavalieri ha ottenuto il sesto tempo. (1'50.943)

Per le prime due posizioni la gara non ha mai avuto storia con Pirro che ha preso il comando nel corso del secondo giro e Ferrari che si è subito messo all’inseguimento. I due hanno tenuto un passo costante sull’1’51 / 1’52 che non ha dato scampo agli avversari.

Ad animare la gara è stato Samuele Cavalieri, spettacolare la sua rimonta dall’ottava alla terza posizione nella fase centrale: tra il quarto e il decimo giro il pilota ferrarese ha superato uno dopo l’altro Zanetti, Andreozzi, Bassani e Vitali e complice la caduta di Russo è salito in terza posizione. Quando si stava concretizzando una clamorosa tripletta per il Barni Racing Team, Cavalieri ha cominciato ad accusare i problemi al muscolo dell’avambraccio destro operato mesi fa ed ha così dovuto alzare il ritmo.

Nella classifica di campionato Pirro sale a quota 170 punti e allunga a più otto su Ferrari (162). Grazie ai nove punti conquistati Cavalieri entra nella Top 10. Domani in gara 2, partenza ore 15.35, in palio altri 25 punti pesanti nella lotta al titolo di Campione Italiano 2018 che vede coinvolti due piloti del Team Barni Racing.

Marco Barnabò, Principal Manager

«Se fossimo riusciti nella tripletta sarebbe stato il pomeriggio perfetto. Ovviamente c’è grande gioia per il podio di Michele e Matteo, mi dispiace per Samuele che ha fatto la sua migliore gara della stagione, con una bella rimonta e tanti sorpassi. Purtroppo non è riuscito a concretizzare. Da fuori sembra tutto facile e scontato, ma non è così, abbiamo avuto difficoltà in qualifica e siamo riusciti a uscirne alla grande». 

Image

Image

Michele Pirro, #51
«Voglio dedicare questa vittoria al team che ha fatto un grandissimo lavoro dopo il problema tecnico in qualifica. Siamo riusciti a rimettere a posto la moto e in gara ho potuto fare il mio ritmo. Sono molto contento anche per Matteo che è riuscito a tornare sul podio. Sappiamo che domani sarà ancora più dura, ma siamo pronti e vogliamo ripeterci»

Matteo Ferrari, #11
«Non ho avuto un buono spunto in partenza, ma sono riuscito a recuperare quasi subito. Già al secondo giro ero dietro a Michele. La moto aveva un setup che mi permetteva di spingere e nella prima parte di gara ho cercato di tenere il suo passo, ma quando ho capito che non ne avevo abbastanza per avvicinarmi o prenderlo, ho preferito controllare. Non posso che essere contento per il podio, un risultato che non è mai scontato, ma in gara 2 spero in una partenza più brillante per fare meglio di oggi». 

Samuele Cavalieri, #76
«E’ davvero un peccato che negli ultimi quattro/cinque giri il braccio non mi abbia permesso di concretizzare la bella gara che stavo facendo. Ho fatto tanti sorpassi, stavo guidando alla grande e per il team poteva essere una fantastica tripletta. Domani ci riproviamo».

Image

Image

Image

Image