Superbike 2018: il team Aruba Racing ha presentato la squadra

Tempo di presentazioni ufficiali anche per quello che, da tre anni, è il contender numero 1 allo squadrone Kawasaki. Stiamo parlando del Team Ducati Aruba, che ieri ha svelato la livrea della 1199R, giunta alla sua ultima stagione in Superbike (nel 2019 verrà sostituita dalla nuova V4) e che proverà ad andare a caccia dell'alloro iridato per non finire nel museo di Borgo Panigale come unica moto che non ha vinto un mondiale delle derivate di serie.

Le due Panigale ufficiali, nella stagione 2018 che partirà a fine febbraio a Phillip Island, il 23 Febbraio prossimo, avranno ancora sul cupolino i numeri 7 e 33, appartenenti rispettivamente a Chaz Davies e Marco Melandri. Insieme a loro anche Micheal Ruben Rinaldi, il quale avrà a disposizione una terza moto con cui parteciperà alle gare europee in calendario.

Presenti all'evento, oltre al team principal Stefano Cecconi, anche i dirigenti della casa bolognese, ad eccezione di Stefano Domenicali, nelle persone di Gigi Dall'Igna e Paolo Ciabatti, entrambi concordi nell'affermare che l'obiettivo per il campionato che sta per iniziare sarà la vittoria, ultimo step dopo diverse stagioni al vertice, acuto che manca dal 2011, quando Carlos Checa, con la 1098 del Team Althea, si fregiò del titolo.

In casa Ducati c'è ottimismo nonostante le modifiche introdotte dal regolamento, in particolare quelle riguardanti il limitatore di giri che, secondo i vertici di Borgo Panigale non favoriscono la 1199R, costretta a rinunciare ad almeno 600 giri (da 13000-13100 a 12400), pur se con la consapevolezza che non sarà facile battere la Kawasaki e Jonathan Rea, specie dopo i risultati dei test invernali.

Di seguito le dichiarazioni dei due piloti.

Chaz Davies: "Sarà un anno emozionante. E' la mia quinta stagione di corse con la Panigale R. Ho vinto parecchie gare, con questa moto,cosa che mi riporta alla mente ricordi speciali, per cui sarà un onore portarla in gara prima che sia la volta della V4. L'infortunio che ho subito lo scorso Novembre mi ha tenuto occupato durante lo stop invernale. Ho lavorato sodo per essere pronto per l'inizio della stagione. Le nuove regole renderanno certamente il tutto più interessante per il pubblico. Noi dobbiamo solo fare la nostra parte e non vedo motivi per cui non si debba essere competitivi come gli scorsi anni. Stiamo lavorando duramente e ci sono novità in arrivo per Phillip Island. Siamo pronti per la battaglia."

Marco Melandri: "In questa stagione potrò contare su un anno di esperienza con la Panigale R e questo conta molto, specie nei momenti difficili. L'anno scorso abbiamo conquistato parecchi podi, ma abbiamo anche sofferto in altre occasioni e questo è uno degli aspetti che dobbiamo migliorare. penso che le nuove regole permetteranno a più piloti di lottare per il podio, pertanto dobbiamo essere più consistenti. Conosciamo le aree su cui concentrarci, quindi dobbiamo metterci a testa bassa e lavorare. Vogliamo raggiungere grandi risultati.