Superbike Assen 2018 Gara-2: il ritorno di Sykes

Le otto vittorie consecutive di Jonathan Rea ad Assen in Superbike, dodici in totale, come solo Carl Fogarty aveva saputo fare, forse potevano far pensare che Gara-2 potesse finire allo stesso modo di Gara-1, vale a dire con una vittoria del campione del mondo. A sovvertire i pronostici ci ha pensato Tom Sykes, che ha conquistato la prima vittoria stagionale.

L'inglese della Kawasaki, quarto nella prima manche, ha sfruttato al meglio la controversa regola dell'inversione della griglia, partendo dalla pole ed involandosi verso la vittoria senza più cedere la leadership. Al traguardo sono stati circa 5,5, i secondi di vantaggio sulla ZX-10RR del compagno di squadra, con il team in verde che mette a segno la prima doppietta del 2018. Al terzo posto, staccato di 7,5 sec, Michael vd Mark (Yamaha), che lascia l'autodromo di casa con due terzi posti.

Alla partenza Rea, scattato dalla nona piazza, non è fulmineo come al solito nel superare gli avversari, cosa che permette a Sykes di accumulare un vantaggio incolmabile. Il Cannibale riesce comunque a portarsi in seconda posizione dopo una lotta serrata con vd Mark, che nel finale, complice un errore del nordirlandese, riesce a mettergli le ruote davanti, ma la sua seconda posizione dura poco ed al traguardo, come detto, saranno 2 secondi a favore di Rea, a separarli.

Prosegue il momento d'oro di Xavi Fores e del team Barni. Lo spagnolo torna da Assen con 24 punti, solo due in meno di Chaz Davies, grazie al 4° posto in Gara-2 ed è 6° in campionato, subito dietro a vd Mark e Sykes. La competitività su ogni pista della Panigale R della squadra di Marco Barnabò sta diventando un problema per il team ufficiale Ducati, che invece vede risultati un po' a corrente alternata.

Il gallese in sella alla rossa numero 7, ieri quinto, è comunque sempre secondo nel mondiale e, dopo il round olandese, i punti di distacco da Rea sono 30 contro i 64 dello scorso anno. All'appello però, in ottica mondiale costruttori, manca qualche punto da parte di Marco Melandri. Il ravennate ieri è giunto settimo, in difficoltà su una moto sulla quale i cambiamenti di setting non ottengono i risultati sperati.

Il numero 33 della Ducati ieri stato messo dietro anche da Jordi Torres (MV-Agusta), autore di una grande gara. Ottavo posto per Loris Baz (BMW Althea), davanti a Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti) e Lorenzo Savadori (Aprilia Milwaukee). Fuori dalla top-10 Davide Giugliano, con la seconda RSV4, subito davanti a Michael Ruben Rinaldi (Ducati Aruba Junior).

La gara ha visto le cadute di Mercado, Ramos, oltre all'ennesima di Alex Lowes. Il pilota Yamaha è però riuscito a risalire in sella ed a recuperare qualche posizione, terminando al 14° posto finale, buono per raggranellare due punticini. La vetta della classifica è ormai lontana, mentre il compagno di squadra ha più di una manche, a livello di punteggio, di vantaggio su di lui, non certo una bella situazione per chi ha in ballo il rinnovo del contratto a fine anno.

Restando in tema classifica, tra i piloti Rea guida con 159 punti, davanti a Davies con 129, quindi Melandri, a quota 115, poi vd Mark a 103, Sykes a 101 e Fores a 100. In quella dei costruttori Kawasaki si porta in testa con 4 punti di vantaggio su Ducati e 61 su Yamaha. Il prossimo appuntamento sarà tra due settimane ad Imola, dove Davies ha vinto le ultime quattro manche disputate, ma Rea ci ha vinto entrambe le gare nel 2015 e Sykes quelle del 2014.

Superbike Assen 2018: risultati Gara-2

1 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 
2 J. REA GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR  5.445 
3 M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1  7.507 
4 X. FORES ESP Barni Racing Team Ducati Panigale R IND  11.316 
5 C. DAVIES GBR Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R  18.953 
6 J. TORRES ESP MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4  22.414 
7 M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R  22.515 
8 L. BAZ FRA GULF ALTHEA BMW Racing Team BMW S 1000 RR  23.997 
9 T. RAZGATLIOGLU TUR Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR IND  24.245 
10 L. SAVADORI ITA Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF  24.653 
11 D. GIUGLIANO ITA Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF  41.807 
12 M. RINALDI ITA Aruba.it Racing – Junior Team Ducati Panigale R IND  41.846 
13 P. JACOBSEN USA TripleM Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR IND  47.516 
14 A. LOWES GBR Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1  53.355 
15 O. JEZEK CZE Guandalini Racing Yamaha YZF R1 IND  54.065 
16 Y. HERNANDEZ COL Team Pedercini Racing Kawasaki ZX-10RR IND  57.758 
————————————————–Non Classificati————————————————–
RIT L. MERCADO ARG Orelac Racing VerdNatura Kawasaki ZX-10RR IND 
RIT R. RAMOS ESP Team GoEleven Kawasaki Kawasaki ZX-10RR IND

Superbike 2018: classifica piloti

1    JONATHAN REA 159 KAWASAKI        
2    CHAZ DAVIES    129 DUCATI        
3    MARCO MELANDRI 115 DUCATI        
4    MICHAEL    VAN    DER    MARK    103 YAMAHA
5    TOM    SYKES    101 KAWASAKI        
6    XAVI    FORES    100 DUCATI        
7    ALEX    LOWES    76 YAMAHA        
8    TOPRAK    RAZGATLIOGLU    45 KAWASAKI        
9    LORIS    BAZ    44 BMW        
10    LEON    CAMIER    42 HONDA        
11    JORDI    TORRES    39 MV-AGUSTA    
12    ROMÁN    RAMOS    28 KAWASAKI        
13    LORENZO    SAVADORI    25 APRILIA        
14    LEANDRO    MERCADO    24 KAWASAKI        
15    MICHAEL    RUBEN    RINALDI    21 DUCATI    
16    JAKE    GAGNE    17 HONDA        
17    EUGENE    LAVERTY    16 APRILIA        
18    PJ    JACOBSEN    15 HONDA        
19    DAVIDE    GIUGLIANO    11 APRILIA        
20    YONNY    HERNANDEZ    7 KAWASAKI        
21    ONDREJ    JEZEK    2 YAMAHA

Superbike 2018: classifica costruttori

1 KAWASAKI 173
2 DUCATI 169
3 YAMAHA 112
4 HONDA 55
5 BMW 44
6 APRILIA 41
7 MV AGUSTA 39