Superbike Laguna Seca 2019 SP Race: ancora Rea (e Bautista di nuovo out)

Abbiamo ormai imparato a conoscere la Superpole Race che è, da inizio della stagione, il secondo dei tre appuntamenti del week-end di gara. A Laguna Seca dove, storicamente, l'unica categoria del mondiale delle derivate di serie che corre è la Superbike, l'ormai tradizionale gara-sprint disputata sulla distanza fissa di 10 giri, ha ancora una volta riservato non poche sorprese, a cominciare da una doppia partenza.

Come da programma della giornata, alle 13 il semaforo rosso si è spento ed i piloti sono scattati dalla griglia, con Chaz Davies che, autore di una partenza a fionda, riusciva a sfruttare il maggiore allungo della sua Ducati rispetto alla Kawasaki del poleman Jonathan Rea (vittorioso ieri in Gara-1), e si presentava per primo alla curva 1 del WeatherTech Raceway, seguito dal campione del mondo.

Nell'approccio alla staccata, Alvaro Bautista, protagonista di uno start non proprio felicissimo, entrava in contatto con Toprak Razgatlioglu, autore di una diversa traiettoria rispetto allo spagnolo. Inevitabile l'incrocio, nel quale ha avuto la peggio il pilota numero 19 in sella alla Panigale V4R, incredulo per l'ulteriore caduta dopo lo zero fatto segnare in Gara-1.

Di lì a poco, un altro scontro, questa volta al "cavatappi", con Delbianco che, a causa di un errore, finiva addosso a J.D. Beach. Nell'urto rimangono in traiettoria molti pezzi delle due moto coinvolte, cosa che fa scattare immediatamente la bandiera rossa, per permettere ai commissari di liberare la pista dai detriti e portare in un luogo non pericoloso la CBR 1000 RR del team Althea Mie e la Yamaha R1M della squadra Attack Performance.

Con l'applicazione della procedura rapida, che presuppone una finestra utile di apertura della pitlane di 1 minuto Bautista, trasportato al centro medico per indagini sul trauma subito all'articolazione della spalla sinistra, pur se dichiarato "fit to race", non riusciva a rientrare in tempo e doveva così rassegnarsi a guardare la gara, ridotta ad 8 giri, dai box.

Al secondo via Rea non si faceva sorprendere da Davies e transitava per primo alla Curva 2, quella della staccata dopo il rettilineo di partenza, seguito dal gallese della Ducati, a sua volta davanti a Tom Sykes, Leon Haslam e Toprak Razgatlioglu con, a seguire, Lowes, Baz, Torres, Mercado e Cortese. Le posizioni della top-10 resteranno queste fino all'arrivo, con l'eccezione del pilota tedesco del team GRT Yamaha che, nel corso dell'ottavo giro, sarà passato da un ancora convalescente vd Mark.

Sul traguardo Rea transiterà con 2.5 secondi su Davies e 3.6 su Sykes, che porta nuovamente a podio la BMW S 1000 RR che, dopo aver ricevuto il motore in specifica WSBK a Misano, almeno nnella gara-sprint è in grado di battagliare con le migliori. Da segnalare il tredicesimo posto di Rinaldi, mentre Melandri è sedicesimo, autore di un lungo che lo ha relegato all'ultimo posto.

In classifica Rea allunga ancora su Bautista, chiamato in Gara-2 (questi gli orari tv) a cercare di limitare i danni di un week-end che si ta rivelando il peggiore della stagione, per il 34enne di Talavera de la Reina. Adesso il folletto volante della Kawasaki ha 61 punti di vantaggio sul pilota Ducati, gli stessi che quest'ultimo aveva dopo la Superpole Race di Jerez di cinque settimane fa.

Superbike Laguna Seca 2019: risultati Superpole Race

1 REA Jonathan    Kawasaki ZX-10RR 
2 DAVIES Chaz    Ducati Panigale V4 R    2.533 
3 SYKES Tom    BMW S1000 RR    3.641 
4 RAZGATLIOGLU Toprak    Kawasaki ZX-10RR    4.901 
5 HASLAM Leon    Kawasaki ZX-10RR    5.995 
6 LOWES Alex    Yamaha YZF R1    6.207 
7 BAZ Loris    Yamaha YZF R1    9.597 
8 TORRES Jordi    Kawasaki ZX-10RR    9.711 
9 MERCADO Leandro    Kawasaki ZX-10RR    13.441 
10 VAN DER MARK Michael    Yamaha YZF R1    13.633 
11 CORTESE Sandro    Yamaha YZF R1    14.658 
12 REITERBERGER Markus    BMW S1000 RR    14.865 
13 RINALDI Michael Ruben    Ducati Panigale V4 R    17.991 
14 LAVERTY Eugene    Ducati Panigale V4 R    18.917 
15 KIYONARI Ryuichi    Honda CBR1000RR    19.253 
16 MELANDRI Marco    Yamaha YZF R1    40.443 
————————————————–Non Classificati————————————————–
DELBIANCO Alessandro    Honda CBR1000RR                                    
BEACH J.D.    Yamaha YZF R1                                    
BAUTISTA Alvaro    Ducati Panigale V4 R