Superbike Qatar 2018: info e orari tv

Con l'appuntamento del Qatar si chiude la stagione Superbike 2018 che, pur avendo esaurito alcuni dei suoi punti di interesse, tra cui il principale, legato alla conquista dei titoli mondiali piloti e costruttori, già assegnati rispettivamente a Jonathan Rea ed alla Kawasaki per il quarto anno consecutivo, conserva in ogni caso dei motivi per seguire le due ultime manche dell'anno che, come da consuetudine, si correranno in notturna.

Per il campione del mondo sarà una corsa contro sé stesso per battere nuovi record, come quello del numero di vittorie in una stagione, oggi detenuto da Doug Polen, che nel 1991 arrivò 17 volte primo (Rea per quest'anno è a 16)  e quello del punteggio più alto ottenuto, che già gli appartiene, grazie ai 556 punti conquistati a fine 2017. Adesso Rea è a quota 520 e, con 50 punti da assegnare, ha diversi risultati utili a disposizione, per poter spostare ancora una volta verso l'alto l'asticella, fino a quota 570.

Il nordirlandese è anche in gara per la conquista del trofeo del miglior poleman dell'anno. In corsa solo più lui ed il compagno Tom Sykes (alla sua ultima gara con Kawasaki), alias il pilota che, nella storia della Superbike vanta più partenze al palo. Riflettori puntati anche sul titolo virtuale di vice campione del mondo, che vede in lizza Chaz Davies (Ducati) e Michael van der Mark (Yamaha), con quest'ultimo staccato di 24 punti dal rivale.

All'ultimo round del mondiale non sarà presente il team Triple M che, stante l'infortunio di Florian Marino in Argentina, ha deciso di saltare la gara del Qatar per concentrarsi da subito sulla prossima stagione. La squadra di proprietà di Matthias Moser e guidata dal team manager Manuel Cappelletti potrebbe, per il 2019, raddoppiare il suo impegno con Honda, schierando due CBR 1000 RR SP2.

I giochi non sono però fatti per la Supersport 600, che a Losail vedrà assegnare all'ultima gara il titolo. Sarà sfida tra Sandro Cortese e Jules Cluzel, entrambi su Yamaha, con 5 punti che dividono il tedesco, in vantaggio, dal francese, che insegue. Due sole categorie in gara, dal momento che SSP 300 e SSTK 1000 hanno già visto concludere i rispettivi campionati.

Motori accesi come da tradizione già dal giovedì, con le prime sessioni di prove libere, senza copertura tv in chiaro, che inizierà dal venerdì, ma con orari spostati, rispetto al consueto, dal momento che si corre in notturna.

Venerdì 26 Ottobre

13.25 Superbike, FP4
14.00 Supersport, FP3
15.30 Superbike, Superpole (Italia 2, Eurosport 1)
16.30 Supersport, Superpole (Italia 2)
18.00 Superbike, Gara-1 (Italia 2, Eurosport 1)

SABATO 27 OTTOBRE

14.00 Supersport, warm-up
14.30 Superbike warm-up
16.30 Supersport Gara (Italia 2, Eurosport 1)
18.00 Superbike Gara-2 (Italia 2, Eurosport 1)