Supersport Imola 2017, Federico Caricasulo firma il primo crono della giornata

Si apre sotto il sole la prima sessione di libere per la Supersport 600 all'autodromo Dino ed Enzo Ferrari di Imola per il Motul Italian Round. 

A firmare il primo crono della giornata è il nostro Federico Caricasulo che a Imola ci ha fatto più volte sognare sia a livello mondiale che italiano, qualificandosi di diritto come uno dei piloti più forti e da temere per questo fine settimana. Nonostante una spalla ancora dolorante per un problema alla clavicola sinistra, il giovane ravennate porta la sua Yamaha del GRT Yamaha Official WorldSSP Team davanti a Cluzel, Sofuoglu, Mahias, Morais e Jacobsen. 

Sicuramente il pilota da temere di più è sempre Kenan Sofuoglu che ad Imola ha vinto ben quattro volte dal 2009, segnando nel 2015 e 2016 due successi consecutivi. Il turco della Kawasaki, dopo essere stato obbligato a causa di un infortunio ad iniziare la stagione in ritardo, ha tutte le intenzioni di recuperare il tempo perso e puntare nuovamente al titolo. 

Bene anche Gamarino che sulla pista di casa riesce a trovare migliore confidenza con la sua Honda CBR 600 RR portandosi subito in settima posizione davanti a Smith e ad un ottimo crono di Zaccone davanti ad un ritrovato Rolfo. Tra gli altri nostri connazionali troviamo Canducci in top 15, il pilota #madeinCIV del Team Puccetti pone le basi per bel weekend su una delle piste che conosce meglio. In diciottesama piazza troviamo Baldolini, un po' in difficoltà con la sua MV Agusta. 

  1.  Federico Caricasulo (Yamaha) 1’52.103
  2. Jules Cluzel (Honda) 1’52.195
  3.  Kenan Sofuoglu (Kawasaki) 1’52.243
  4.  Lucas Mahias (Yamaha) 1’52.272
  5.  Sheridan Morais (Yamaha) 1’52.345
  6.  PJ Jacobsen (MV Agusta) 1’52.639
  7.  Christian Gamarino (Honda) 1’52.698
  8.  Kyle Smith (Honda) 1’52.806
  9.  Alessandro Zaccone (MV Agusta) 1’52.954 – 1° ESS
  10.  Roberto Rolfo (MV Agusta) 1’53.129
  11.  Gino Rea (Kawasaki) 1’53.214
  12.  Jack Kennedy (Triumph) 1’53.337
  13.  Niki Tuuli (Yamaha) 1’53.340
  14.  Loris Cresson (Yamaha) 1’53.440
  15.  Michael Canducci (Kawasaki) 1’53.468
  16.  Kyle Ryde (Kawasaki) 1’53.491
  17.  Hikari Okubo (Honda) 1’53.512
  18.  Alex Baldolini (MV Agusta) 1’53.615
  19.  Robin Mulhauser (Honda) 1’54.295
  20.  Luke Stapleford (Triumph) 1’54.431
  21.  Anthony West (Yamaha) 1’54.488
  22.  Nacho Calero (Kawasaki) 1’54.677
  23.  Péter Sebestyén (Kawasaki) 1’54.822 – 2° ESS
  24.  Hannes Soomer (Honda) 1’54.984 – 3° ESS
  25.  Kazuki Watanabe (Kawasaki) 1’55.155
  26.  Jacopo Cretaro (Suzuki) 1’55.167 – 4° ESS
  27.  Marco Malone (Kawasaki) 1’55.484
  28.  Jaimie van Sikkelerus (Yamaha) 1’55.951 – 5° ESS
  29.  Zulfahmi Khairuddin (Kawasaki) 1’56.108
  30.  Rob Hartog (Kawasaki) 1’56.360 – 6° ESS
  31.  Daniele Corradi (Kawasaki) 1’57.208
  32.  Lachlan Epis (Kawasaki) 1’57.248
  33.  Hiromichi Kunikawa (Honda) 1’57.684 – 7° ESS
  34.  Connor London (Suzuki) 1’59.517 – 8° ESS
  35. NQ Giuseppe Scarcella (Honda) 2’01.138
  36. NQ Davide Pizzoli (MV Agusta) senza tempo